brevi-samb

Oscar Brevi in conferenza stampa per la prima chiacchierata del 2017 alla ripresa degli allenamenti: “Anno nuovo, vita nuova. Abbiamo lasciato un giorno in meno di riposo, ieri al primo allenamento ho visto che i ragazzi hanno fatto qualche lavoretto ed ero certo che si sarebbero presentati in queste condizioni. Non è il fatto di nasconderci, a questo punto del campionato siamo vicini a Venezia e a Pordenone e ce la giocheremo fino in fondo. Siamo riusciti a prendere due giocatori pronti, sia Berardocco che De Cenco hanno giocato e contiamo che possano dare una mano e con caratteristiche che ci servono. Berardocco l’avevo incontrato anche in esperienze precedenti, ha caratteristiche specifiche che ci fanno molto comodo. Non ha tantissimi centimetri su cui contare, ma ha tutto il resto su cui contare che lo rende un giocatore particolarmente appetibile. De Cenco a Ferrara l’avevo voluto io, era arrivato un po’ come un oggetto misterioso, ma lo conoscevo e si è ritagliato uno spazio. Poi ho fatto un altro tipo di scelta, ma sapevo che avrebbe potuto fare strada. Se è arrivato in B significa che ha dimostrato di avere numeri importanti. Per quanto mi riguarda la squadra adesso è completa, dovevamo sostituire Filipe è davanti siamo a posto. Spero a centrocampo di recuperare De Risio, un giocatore su cui abbiamo puntato molto in estate. Per ora sta seguendo un lavoro personalizzato, spero possa rientrare in gruppo a breve. Dal mio punto di vista non ci sono altri problemi, se poi qualcuno farà altre valutazioni deciderà la società. La concorrenza farà bene a tutti, se qualcuno dei miei giocatori farà strada deve capire che per raggiungere determinati traguardi c’è bisogno di competizione e bisogna adeguarsi a tutto questo”.