Il Calcio Padova premiato al convegno del Panathlon “LE EMOZIONI DELLO SPORT ATTRAVERSO LE IMMAGINI”
Appuntamento, aperto a tutti e a ingresso libero, per giovedì 23 marzo (ore 20.45) al Centro culturale San Gaetano

Il trinomio “Cultura, Etica, Sport” costituisce il Dna del Panathlon, in base al riconoscimento ufficiale iniziale del Comitato Internazionale Olimpico (CIO), che lo ha per ciò definito come Movimento benemerito in campo internazionale, diffuso capillarmente in vari territori locali, fra i quali quello padovano. È in tale contesto che s’inquadra l’incontro, con ingresso libero, al quale tutta la cittadinanza è invitata, intitolato “Le emozioni dello sport attraverso le immagini”. Il convegno, organizzato dal Panathlon in collaborazione con la FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs) e il patrocinio del Comune di Padova è in programma a Padova giovedì 23 marzo, alle ore 20.45, nell’Auditorium del Centro culturale cittadino “S. Gaetano” (ex Tribunale), in via Altinate 71.
«Le proiezioni di immagini suggestive, che coinvolgono tutto il mondo dello sport, per di più commentate da un relatore assai noto e qualificato in sede internazionale quale il professor Franco Ascani – Presidente FICTS e componente della Commissione “Cultura e patrimonio olimpico” del CIO – con la possibilità di intervenire da parte del pubblico, costituiranno un esempio lampante ed emozionante di cultura sportiva, un avvenimento unico per l’Area nord-orientale» afferma il professor Renato Zanovello, Presidente emerito del Panathlon Padova, presentando il convegno a cui i rappresentanti dei mezzi di informazione sono gentilmente invitati. «È da aggiungere poi che la preziosa collaborazione della FICTS a tale evento si manifesterà anche nella consegna, da parte dello stesso Presidente Ascani, di tre massimi riconoscimenti, rispettivamente a un personaggio, una società e un’istituzione che abbiano dato lustro allo sport non solo padovano, riflettendosi in ambito regionale e nazionale, secondo gli ideali propugnati dal Panathlon».
I riconoscimenti saranno consegnati a Guglielmo (Memo) Geremia (alla memoria, ritireranno la moglie Fernanda e il figlio Giampietro), giocatore azzurro di rugby, allenatore, Presidente del grande Petrarca Padova, realizzatore di un moderno Campus sportivo d’eccellenza con foresteria, ora a lui intitolato, a beneficio di atleti di varie discipline sportive; al Presidente Giuseppe Bergamin in rappresentanza del Calcio Padova, società che ha riannodato i fili di una gloriosa tradizione calcistica ultracentenaria con giuste ambizioni di risalire nelle serie che le si addicono, un club, inoltre, assai attivo anche in campo sociale, con iniziative a favore dei bambini leucemici (Città della Speranza) e dei carcerati: quella biancoscudata è stata, peraltro, la prima società professionistica italiana di calcio a sottoscrivere la “Dichiarazione sull’etica nello sport giovanile”, varata dal Panathlon International a Gand nel 2004 e approvata dai massimi Organismi mondiali; e al Coni Veneto che, sotto la presidenza del panathleta Gianfranco Bardelle, nell’ambito dei “Collari d’oro 2016” ha recentemente ricevuto il prestigioso “Trofeo Coni nazionale” per la vittoria del Movimento sportivo regionale veneto nella miniolimpiade giovanile svoltasi a settembre 2016 in Sardegna, in cui ha conquistato ben 157 medaglie, precedendo la Lombardia (144) e il Lazio (141): è da notare altresì che il Coni Veneto era presente ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro con il 10% circa dell’intera squadra azzurra.
A concludere i lavori sarà Massimo Cavalca, presidente del Panathlon Club di Padova.

PER INFORMAZIONI:
Panathlon Club di Padova
338 9172280
Mail: 025@panathlon.net