Il 12 luglio partirà ufficialmente la stagione agonistica del Calcio Padova con il raduno della prima squadra agli ordini di mister Salvatore Sullo: “Ieri mi sono recato a Masen per un sopralluogo alle strutture – ha dichiarato il tecnico biancoscudato –  e devo dire che ho trovato una situazione ottimale sia dal punto di vista tecnico che della sistemazione della squadra. Sono sicuro che potremo svolgere un ottimo lavoro e non vedo l’ora di cominciare”.

I biancoscudati si ritroveranno all’Appiani il 12 Luglio e per tre giorni ogni mattina scenderanno in campo sulla mitica erba dello stadio di via Carducci per una serie test e sessioni atletiche a porte aperte. Al pomeriggio, invece, i giocatori si trasferiranno nella piscina Padova Nuoto per un lavoro specifico in acqua. Domenica 14 Luglio, dopo l’allenamento pomeridiano staff e calciatori si trasferiranno all’hotel Fior di Bosco di Masen. Da domenica 15 luglio, quindi, inizierà il ritiro vero e proprio che terminerà il 28 luglio. Già fissata la prima amichevole, prevista per sabato 20 luglio con una rappresentativa locale.


Programma Allenamenti Ritiro Estivo a Masen di Giovo

Venerdì 12 Luglio, Sabato 13 Luglio e Domenica 14 Luglio: Allenamento alla Mattina allo Stadio Appiani.

Domenica 14 Luglio Partenza per il ritiro di Masen di Giovo

Da Lunedì 15 Luglio a Sabato 27 Luglio doppia seduta di allenamento

Sabato 20 Luglio: Allenamento Mattina. Amichevole nel pomeriggio contro rappresentativa locale

Mercoledì 24 Luglio: Allenamento Mattina. Amichevole nel pomeriggio, avversario da definire

Domenica 28 Luglio: Allenamento Mattina. Amichevole nel pomeriggio, avversario da definire. Ritorno a Padova

 



Tutto pronto in Valle di Cembra per il grande calcio che dal 14 al 28 luglio accoglierà, a Masen di Giovo per il terzo anno consecutivo, il ritiro precampionato del Calcio Padova.

La località dotata di un modernissimo centro sportivo comunale (un campo in erba e uno in sintetico, spogliatoi, sala ginnica) non è nuova a questo tipo di iniziativa e ben si presta a programmi di attività sportiva e di ossigenazione grazie alla fitta rete di sentieri e passeggiate che caratterizzano tutto il territorio. Il soggiorno che si protrarrà sino al 28 luglio prevede un programma turistico-sportivo per la squadra biancoscudata, ma anche per i numerosi follower, messo in campo dall’A.p.T. Piné Cembra in collaborazione con Trentino Marketing, il Comune di Giovo e l’U.S. Verla.

Info:  www.visitpinecembra.it

Valle di Cembra, nel cuore del Trentino Sport, natura, cultura, enogastronomia: un mix di proposte per tutti i gusti

Ritiro precampionato SULL’ALTOPIANO DI MASEN dal 14 LUGLIO AL 28 LUGLIO 2019

La Valle di Cembra e l’Altopiano di Piné si collocano geograficamente nel cuore del Trentino, a due passi dalle Dolomiti, dalla Valsugana e dalla bella città di Trento.
Il paesaggio è caratterizzato da boschi rigogliosi, specchi lacustri, alpeggi con ambienti naturali davvero variegati. È luogo ideale per camminate estive e per una sosta al sole, per la vivacità dei suoi centri e per la possibilità di assaporare la storia, la cultura e la spiritualità dei luoghi, attraverso itinerari che toccano borghi antichi, chiese e santuari.

Colline e vigneti fanno da sfondo ai numerosi paesi della Valle di Cembra, i cui tipici terrazzamenti digradanti verso il pescoso Avisio selvaggio, sono noti per i pregiati vini che producono. Chi visita questa valle, attraversata da un itinerario enogastronomico unico nel suo genere, non può perdere la visita ad una vera e propria perla naturalistica: le Piramidi di Segonzano, pinnacoli di terra alti decine di metri, alcuni dei quali sovrastati da un grande masso, prodotti dall’erosione millenaria dei fianchi delle montagne.

Destinazione enoturistica quindi ma anche luogo di vacanza attiva con infinite possibilità di scegliere la media montagna per brevi passeggiate o trekking più lunghi adatti a tutti.
La Valle di Cembra vanta da sempre una grande tradizione sportiva: sono centinaia le giovani leve che a livello dilettantistico praticano il calcio ma è anche terra di grandi campioni del ciclismo. Dalla dinastia dei Moser a Gilberto Simoni, Giovo in particolare è conosciuta come luogo ideale per lunghe pedalate su strada o con la mountain Bike e e-bike nella frescura del bosco.
Anche sull’Altopiano di Piné (25 km circa da Masen) non c’è che l’imbarazzo della scelta: sede notoria dei Campionati Mondiali di pattinaggio velocità, della Universiade 2013 e dei Campionati Mondiali Universitari 2016, la zona vanta una delle principali piste da ghiaccio italiane ed offre la possibilità di praticare, tra gli altri, sport come tiro con l’arco, equitazione, ciclismo (strada, mountain bike/e-bike) e nordic walking.

I nostri eventi e le proposte vacanza su www.visitpinecembra.it

►BOOKING CENTER

Info: 0461 683110 / 0461 557028 –

[email protected]

►DISTANZE CHILOMETRICHE

  • Masen di Giovo → Trento 25 km
    Masen di Giovo → Lavis 9 km
    Masen di Giovo → San Michele all’Adige 9 km Masen di Giovo → Cembra 11 km
    Masen di Giovo → Segonzano 17 km
    Masen di Giovo → Grumes 21 km
    Masen di Giovo → Baselga di Piné 32

TOUR IN VALLE DI CEMBRA

La Valle di Cembra si raggiunge direttamente dalla SS della Valsugana all’altezza di Civezzano oppure dalla parte nord di Trento.

Partendo dal paese di Lisignago, un piccolo colle ospita una delle più antiche testimonianze dell’arte gotica del Trentino: la Chiesa di San Leonardo http://www.visitpinecembra.it/territorio/cultura-e-tradizioni/luoghi-sacri/chiesa-san-leonardo-lisignago.

Dopo qualche chilometro eccoci nel capoluogo di Valle, Cembra: un antico borgo con il centro storico ricco di scorci architettonici dove non deve mancare una visita alla Chiesa di S. Pietro dall’architettura romanica e gotica, ricca di preziosi affreschi di varie epoche tra cui spicca il prezioso Giudizio Universale di Valentino Rovisi, allievo del Tiepolo. http://www.visitpinecembra.it/territorio/cultura-e- tradizioni/luoghi-sacri/chiesa-san-pietro-cembra

Ci dirigiamo poi verso il Lago Santo, e, con una piacevole passeggiata, raggiungiamo il Roccolo del Sauch http://www.visitpinecembra.it/territorio/natura/roccolo-sauch.

Il Lago Santo, posto a 1.200 metri di altitudine, di origine glaciale, è punto di partenza di innumerevoli sentieri che conducono nell’Alta Valle (scaricabili qui → http://www.visitpinecembra.it/territorio/mappe-e-itinerari), fino al Rifugio Poztmauer, nel Parco di Monte Corno. Qui si possono incontrare i tipici paesini di Valda, Grumes (con il Sentiero dei Vecchi Mestieri) e Grauno. Ritornando a Cembra, si giunge a Faver, nota per l’antica arte del “lambicar”, vale a dire del distillare la grappa con la vinaccia.

Evitando di imboccare la modernissima galleria che by-passa le strette viuzze del paese, si prende a destra la trasversale che porta al Ponte dell’Amicizia, così chiamato perché collega le due sponde della Valle solo dagli anni Settanta. Tra i ripidi tornanti che portano al greto dell’Avisio, s’intravede il Castello di Piazzo di Segonzano dipinto da Albrecht Duerer, distrutto nel 1796 dalle truppe napoleoniche e ora adibito ad area spettacoli estiva. http://www.visitpinecembra.it/territorio/cultura-e- tradizioni/castelli/castello-di-segonzano

La breve sosta a Piazzo è solo un assaggio di ciò che la natura ci riserva, qualche chilometro dopo, sulla strada che conduce in Val di Fiemme. Siamo ormai in sponda sinistra, di fronte ai vigneti terrazzati, ed ecco le Piramidi di Segonzano http://www.visitpinecembra.it/territorio/natura/piramidi-di-terra-di-segonzano.

Si intravedono già dal basso le guglie sottili con un masso di porfido in testa. Sono forme erosive originate nel Quaternario dallo scioglimento dei ghiacciai che trasportarono nella Valle del Rio Regnana moltissimo materiale. Dall’area Piramidi, percorrendo la strada che costeggia il torrente http://www.visitpinecembra.it/territorio/natura/piramidi-di-terra-di-segonzano. Da Segonzano, le proposte sono due. La prima conduce nell’Alta Valle, in direzione Fiemme, fino a Piscine, Sover, e Montesover, da dove in auto si può raggiungere agevolmente la Malga Vernera alle propaggini occidentali del Lagorai e dei Monti di Piné. La seconda proposta, in direzione Sud-Ovest, permette di raggiungere gli incantevoli Laghi di Lases e di S. Colomba, incastonati in un ambiente quasi lunare e, non da ultimo, l’Altopiano di Piné.

► UN’OSPITALITÀ DI LUNGA TRADIZIONE

Molte le strutture alberghiere, agrituristiche, B&B e della ristorazione di buona qualità. L’ambito turistico Piné Cembra è dotato di 34 alberghi per un totale di 1517 letti, gli Agritur sono 16 per un totale di 198 letti, 8 i B&B con 36 letti, 6 affittacamere con 82 letti, 3 i campeggi con 990 letti con oltre 50.000 arrivi e 170.000 presenze nel 2017. PIù di 2000 i posti letto negli alloggi turistici (appartamenti), siti principalmente sull’Altopiano di Piné. In Valle di Cembra i posti letto sono circa 345 totali con 7 alberghi di buona categoria (***/***S) per un totale di 250 letti oltre a agritur, affittacamere, B&B e un modernissimo Ostello.

Tutte le strutture, rispetto alla località di Masen di Giovo, sede del ritiro calcistico, si trovano nel raggio di 30 km, le più vicine a circa 4 km.

Grazie ad un’azione promozionale dell’A.p.T. Piné Cembra rilasciano all’ospite la Trentino Guest Card (con un soggiorno minimo di 2 notti), la speciale carta vantaggi che offre una miriade di servizi gratuiti e/o agevolati sul territorio provinciale.

Per il dettaglio delle strutture forniamo i seguenti link:

http://www.visitpinecembra.it/dove-dormire/strutture http://www.visitpinecembra.it/gusto/gustare-il-territorio

mappa-masen

Azienda per il Turismo

Altopiano di Piné e Valle di Cembra


38042 BASELGA DI PINÉ (TN)
Via C. Battisti, 110
Tel. (+39) 0461 557028
Fax (+39) 0461 557577
[email protected]


38034 CEMBRA (TN)
Piazza S. Rocco, 10
Tel. (+39) 0461 683110
Fax (+39) 0461 683257
[email protected]

www.visitpinecembra.it