Fabio Ceravolo nel post Padova-Piacenza: 

“Il mio gol lo considero importante perché rompe un piccolo digiuno. Giocando ogni tre giorni alla lunga puoi avere un cedimento, ma anche a livello mentale un campionato così ti logora. È un campionato che continua ad avere insidie, era molto più semplice mollare che stare a questi ritmi. Oddo? Ci ha portato concetti importanti, palla a terra e no lanci. Gli piace cercare profondità con la palla bassa. Ma non ci ha riempito di concetti nuovi, si trattava solo di aggiustare qualcosa. La squadra è costruita per vincere, oggi dobbiamo essere più felici del solito ma non abbiamo fatto nulla ancora, avanti con le prossime quattro. Dedica? Alla mia compagna ed a mio figlio Edoardo”.