Ronaldo nel post Palermo-Padova:

“Chiedo a scusa tutti, alla società, allo staff, ai tifosi, ho perso la testa e ho lasciato i miei i compagni in difficoltà. Sono il capitano di questa squadra e non mi sono comportato da tale. Sono pronto a ricevere le critiche e mi assumo le mie responsabilità. Chiedo scusa ai miei compagni e a tutti, l’errore più grande è stato il mio. Mi dispiace, mi assumo le mie responsabilità perché non doveva succedere. Mi dispiace tantissimo per i tifosi, anche all’andata avevamo visto qualcosa che non si vedeva da tempo a Padova. Adesso con calma vedremo cosa fare. Speriamo che il prossimo anno le cose vadano meglio. Mi dispiace per i ragazzi che non ci saranno più, arriveranno giorni difficili ma ne ho già passati tanti. Cercheremo di trarre il dovuto insegnamento. Abbiamo creato un bel gruppo, qualcosa di importante, con i ragazzi che l’anno scorso avevano deciso di restare qui volevamo dimenticare quello che era successo l’anno scorso. Sulle spalle oggi ho un peso grande, ripartirò più forte di prima. Voglio chiedere scusa. Avevo rinnovato tempo fa con il vecchio ds, ma volevamo comunicarlo in un altro momento. Ho due anni di contratto, sono cambiate tante cose però io ci tengo tantissimo al Padova. Quest’anno avevamo fatto delle scelte insieme, secondo me avevamo fatto tantissimo e dispiace. Complimenti al Palermo per quello che hanno fatto e perché sono stati promossi, dispiace per tutto quello che abbiamo passato insieme”