Simone Russini si presenta nel ritiro a Rivisondoli:

 «Sono andati bene questi primi giorni, conoscevo qualche compagno. Non mi preoccupa la tenuta fisica visto quello che è successo a Catania e cercherò di farmi trovare più pronto possibile, mi son sempre tenuto allenato. A Catania è stata forse la mia migliore stagione assieme a quella di Cesena. Mi porto dentro quello che è stato, anche se poi la Lega ha annullato la stagione del Catania. Queste esperienze mi hanno messo in mostra per farmi cercare da Padova e ora sono contento di giocare per questa piazza. Avevo richieste dalla B, ma quando ti chiama una piazza grande come il Padova non puoi dire di no, poi conoscevo il mister. So che con lui da attaccante potrei esaltarmi. So che avrei trovato una concorrenza importante, ma è un percorso che un giocatore deve affrontare, la scelta è solo una cosa positiva, io mi farò trovare pronto sia quando scenderò in campo da titolare e sia quando entrerò in campo dalla panchina. Luca Moro mi aveva già accennato che questa è una piazza famosa ed importante, a lui gli auguro il meglio, è stato un grande compagno di squadra, spero faccia una carriera importante. Gli assist? Luca avrebbe segnato quei gol con qualunque compagno di squadra. Amo giocare con un altro finalizzatore perchè mi piace tanto far segnare. Il ruolo dove mi identifico meglio è l’esterno d’attacco. Per i numeri di maglia non ho ancora scelto, il numero per me non è importante, conta solo quello che si mette in campo».