Match Day

Südtirol – Padova

Mercoledì 6 Aprile, ore 20:00 – stadio Druso

  • I precedenti ufficiali a Bolzano tra le due squadre sono 7: 1 vittoria biancorossa (1-0 nella serie C 2016/17), 5 pareggi (ultimo 1-1 nella serie C 2020/21) ed 1 successo biancoscudato (3-1 nella coppa Italia di C 2005/06).
  • Oggi secondo atto della finale della 49° edizione di coppa Italia di Serie C, torneo iniziato nella stagione 1972/73 e da allora sempre disputato fino al 2019/20. Lo scorso anno “pausa” e ripresa a partire dall’attuale stagione. La prima edizione fu vinta dall’Alessandria, nella finalissima “secca” a Roma, 4-2 dopo tempi supplementari, sull’Avellino (2-2 al 90’). La gara – in verità – sul campo – venne sospesa al 112’, al gol del 4-2 firmato Lorenzetti, poi omologata dal giudice sportivo. Il primo allenatore vittorioso fu Pippo Marchioro, che guidava i grigi piemontesi.
  • La squadra detentrice in carica è la Juventus U23, vittoriosa nel 2019/20 sulla Ternana: 2-1 nella finale secca di Cesena.
  • La formula della finalissima torna ad essere su andata e ritorno, dopo la “pausa” del 2019/20 (finale secca a Cesena, Juventus U23-Ternana 2-1); iniziata nel 1972/73 a questo modo la finale per l’assegnazione del titolo e durata per 7 edizioni consecutive, a partire dalla stagione 1979/80 il trofeo veniva assegnato – fino al 2018/19 – attraverso una doppia finale. L’ultima è stata tra Viterbese e Monza, vinta dalla compagine laziale, 2-1 all’andata in Brianza per i padroni di casa, 1-0 al ritorno per i gialloblu.
  • La squadra che vanta il maggior numero di trofei è il Monza, con 4 coppe alzate; seguono a quota 2 titoli Alessandria, Foggia e Spezia; con 1 coppa a testa, in rigoroso ordine alfabetico, AlbinoLeffe, Alzano Virescit, Arezzo, Bassano, Brindisi, Cagliari, Carrarese, Cesena, Como, Cosenza, Empoli, Fanfulla, Gallipoli, Juventus U23, Juve Stabia, Latina, Lecce, Lecco, Livorno, Lucchese, Lumezzane, Padova, Palermo, Pisa, Prato, Salernitana, Sambenedettese, Siracusa, Sorrento, Spal, Triestina, Udinese, Varese, Venezia, Vicenza, Virescit Boccaleone, Virtus Casarano e Viterbese.
  • Nella storia delle 48 precedenti edizioni di coppa Italia di Serie C in 7 occasioni il titolo è stato assegnato al termine dei tempi supplementari, con ultima volta nel 2001/02, vittoria del Livorno al “Picchi” 3-2 sull’AlbinoLeffe, dopo il 2-1 al 90’. Due le edizioni decise ai rigori, nel 1974/75 vinta dal Monza sul Sorrento e nel 1989/90 dalla Lucchese sul Palermo. Due anche le coppe assegnate a tavolino, nel 1977/78 all’Udinese (finale “secca” contro la Reggina al “Granillo” per invasione di campo) e nel 1984/85 l’andata di Carrarese-Virtus Casarano, per un black-out allo stadio, per il quale fu dato lo 0-2 ai marmiferi, il ritorno fu poi vinto dai toscani 2-1, ma non fu sufficiente per alzare la coppa.
  • Tra gli allenatori che hanno vinto in carriera la coppa Italia di serie C, il più celebre è senza dubbio Claudio Ranieri, campione con il Cagliari 1988/89 e poi vincitore della Premier con il Leicester 2015/16, della supercoppa Uefa col Valencia 2004, oltre ad 1 coppa Italia, 1 supercoppa di Lega, 1 supercoppa di Spagna e promozioni varie in giro per l’Europa, ma anche Luciano Spalletti (Empoli 1995/96), Roberto De Zerbi (2015/16 al Foggia), Filippo Inzaghi (Venezia 2016/17), mentre l’ultima edizione è stata vinta da Fabio Pecchia (Juventus U23 2019/20, oggi capolista in B con la “sua” Cremonese).
  • Padova alla sua seconda finale in coppa Italia di Lega Pro, alla sua ventinovesima partecipazione nella storia: i biancoscudati hanno vinto l’edizione 1979/80 (allenatore Guido Mammì) superando in finale la Salernitana: sconfitti 1-3 all’andata al vecchio stadio “Vestuti”, i biancoscudati ribaltarono la situazione ottenendo un successo per 4-0 nel ritorno al vecchio “Appiani”. In quel Padova, nell’11 titolare, c’era “Bepi” Pillon, negli anni a seguire allenatore – tra gli altri – del Treviso 2004/05 promosso per la prima volta in Serie A e del ChievoVerona nei preliminari di Champions League. Per il Sudtirol prima finale del torneo alla sua ventunesima edizione in campo.
  • Il Sudtirol è anch’esso partito in agosto dalla coppa Italia “dei grandi” perdendo al primo turno 0-1 dal Perugia al “Curi”. In coppa di Lega Pro, i biancorossi di Javorcic hanno avuto la meglio, nell’ordine, su Giana Erminio (4-1 al “Druso”), Juventus U23 (2-1 in casa), Teramo (3-0 esterno) e – in semifinale – sulla Fidelis Andria (4-0 esterno all’andata in Puglia e 3-1 al ritorno, al “Druso”).
  • Il Padova approda in finale della coppa Italia di C 2021/22 dopo aver partecipato inizialmente all’edizione “dei grandi”, perdendo in casa al primo turno contro l’Alessandria (0-2 dopo overtime all’Euganeo nel “remake” della finale playoff 2020/21); scesa nell’edizione di Lega Pro, la compagine biancoscudata ha eliminato Legnago (1-0 in casa), la Virtus Entella (2-1 in casa), la Viterbese (1-0 in casa) ed il Catanzaro in semifinale (1-1 all’andata in Veneto, vittoria esterna 1-0 al “Ceravolo”, al ritorno).
  • E’ la settima volta che la coppa Italia di serie C vede la finale di andata terminare 0-0: nei 6 precedenti, in 5 casi il titolo è andato a chi ha giocato il ritorno in casa (Vicenza 1981/82, Monza 1987/88, Varese 1994/95, Foggia 2006/07 e Cremonese 2008/09), unica circostanza in cui ha alzato la coppa chi giocava fuori casa nel 1983/84, quando il Fanfulla vinse il retour-match 2-0 ad Ancona.
  • Dirige Feliciani di Teramo. In coppa di C ha arbitrato in carriera 4 partite, con 1 successo casalingo,1 esterno e 2 pareggi. Il Sudtirol ha sempre pareggiato nei 2 incroci con lui, 2-2 in casa contro la Fermana nella C 2017/18 e 0-0 a Padova nel campionato in corso. Il Padova conta 3 precedenti, non ha mai vinto, con score di 2 pareggi (0-0 interni contro Triestina nella C 2020/21 e Sudtirol quest’anno) ed 1 sconfitta (1-3 in casa dal Renate nel playoff di serie C 2020/21).

(Fonte: Football Data)


IL PADOVA IN COPPA ITALIA DI SERIE C

di Stefano Fassina


Finale Storica

L’edizione 2021-2022 della Coppa Italia di Serie C che oggi vede l’epilogo è stata la 29ma a cui il Calcio Padova ha partecipato. La finale di ritorno questa sera cadrà a ben 15266 giorni, quasi 42 anni, dalla precedente, giocata e vinta per 4-0 dai Biancoscudati il 19 giugno 1980 sui campani della Salernitana ribaltando l’1-3 dell’andata. Come sappiamo quella fu l’unica edizione che il Padova si aggiudicò.

Il cammino

Il cammino delle 2 squadre finaliste, come sotto evidenziato, parla di percorso “immacolato” per il SudTirol con 5 vinte su 5, mentre il Padova ha concesso 1 pari (4 vinte). Molto alta la media goal fatti per i Bolzanini: 3,2 a partita con 16 totali e autori di ben 9 goal nelle 3 gare al Druso. Il Padova oppone un ottimo dato: ha al passivo 2 sole reti. Ecco il dettaglio delle 10 gare disputate in precedenza dalle finaliste in questa edizione:

2° Turno PADOVA-LEGNAGO 1-0 SUDTIROL-GIANA ERMINIO 4-1
Ottavi PADOVA-V.ENTELLA 2-1 dts SUDTIROL-JUVENTUS U23 2-1
Quarti PADOVA-VITERBESE 1-0 TERAMO-SUDTIROL 0-3
Semifinale
Andata
PADOVA-CATANZARO 1-1 FIDELIS ANDRIA-SUDTIROL 0-4
Semifinale
Ritorno
CATANZARO-PADOVA 0-1 SUDTIROL-FIDELIS ANDRIA 3-1

I precedenti

Il confronto tra queste 2 squadre si ripeterà per l’ottava volta in questa competizione, la prima datata 12 agosto 2001 e terminata 0-0. Il bilancio è in perfetta parità con 2 vittorie a testa e 3 pari. Al Druso vi sono 2 precedenti con 1 pari e 1 vittoria del Padova (3-1) amara però perchè non fu sufficiente a ribaltare la sconfitta 1-4 subita in casa nei 16mi dell’edizione 2005-2006. La finale di questa sera romperà l’attuale equilibrio. Ecco il dettaglio dei 7 confronti diretti precedentemente disputati:

12.08.2001 Girone Eliminatorio PADOVA-SUDTIROL 0-0
27.08.2003 Girone Eliminatorio PADOVA-SUDTIROL 1-2
18.08.2004 Girone Eliminatorio SUDTIROL-PADOVA 1-1
16.11.2005 Sedicesimi andata PADOVA-SUDTIROL 1.4
30.11.2005 Sedicesimi ritorno SUDTIROL-PADOVA 1-3
06.09.2006 Girone Eliminatorio PADOVA-SUDTIROL 4-0
09.03.2022 Finale andata PADOVA-SUDTIROL 0-0

Le 28 edizioni precedenti del Padova

Ma come si è comportato il Padova nella sua storia in questa competizione? Il percorso iniziò quasi 50 anni fa, precisamente il 21 agosto 1972 battendo 2-0 il Modena nell’allora Coppa Italia Semiprofessionisti nome dato alla competizione in quanto nelle sue prime edizioni includeva squadre di Serie D non professionistiche. Dal 1981 mutò nel nome attuale intervallandolo per alcuni anni in Coppa Italia di Lega Pro. Tra le prime 7 partecipazioni del Padova, a parte un ottavo di finale raggiunto nel 1973-1974, vi furono 5 eliminazioni al girone eliminatorio iniziale. L’ottavo tentativo fu però trionfale: vinse la Coppa edizione 1979-1980 fregiandosi l’annata seguente della coccarda tricolore sulla maglia simbolo dei vincitori. Una curiosità statistica è data dal fatto che il Padova partecipò consecutivamente a tutte le prime 11 edizioni della Coppa mentre vi mancò per 11 anni tra 1987 e il 1998 in cui disputò 9 Campionati di B e 2 di Serie A (1994/95 e 1995/96).

Nella tabella sottostante che elenca in dettaglio i bilanci e gli esiti di tutte le 28 sue precedenti partecipazioni, spiccano i 3 quarti di finale raggiunti nel 1980-1981 (eliminati dall’Arezzo poi vincitore), 1999-2000 (uscì col Lumezzane) e 2017-2018 (perse dal Pontedera) ma soprattutto risaltano le 3 semifinali conseguite nel 1986-1987 (battuto dal Livorno poi vincitore), nel 2002-2003 (perse ai rigori con la Pro Patria) e nel 2016-2017 (eliminato dal Venezia poi vincitore). La partita di questa sera sarà la 159ma del Padova in questa competizione con un bilancio complessivo di 74 vittorie (47%), 41 pari (26%) e 43 sconfitte (27%) con 206 goal segnati (1,30 a gara) e 159 subiti (1,01 a partita). Ecco la tabella dettagliata:

LE COPPE ITALIA DI SERIE C DEL CALCIO PADOVA NELLA SUA STORIA

DENOMINAZIONE ANNATA ESITO G V N P GF GS ELIMINATO DA
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1972-1973 G.E.: 3° gir.G 6 2 1 3 6 8 1°Modena,2°Spal
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1973-1974 Ottavi 8 4 2 2 10 10 Triestina (1-0 0-4)
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1974-1975 G.E.: 2° gir.10 4 0 4 0 2 2 1°Treviso
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1975-1976 G.E.: 2° gir.11 4 0 4 0 4 4 1°Clodia Sottomarina
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1976-1977 G.E.: 2° gir.11 4 3 0 1 5 2 1°Treviso
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1977-1978 Sedicesimi 6 2 3 1 5 5 Forlì (0-4 0-0)
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1978-1979 G.E.: 3° gir.15 4 1 1 2 2 4 1°Monselice,2°Adriese
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1979-1980 Vincitore 14 8 3 3 22 9
C.I.SEMIPROFESSIONISTI 1980-1981 Quarti 10 5 3 2 11 5 Arezzo (0-1 1-1)
C.I. SERIE C 1981-1982 G.E.: 2° gir.8 4 2 1 1 4 3 1°LR Vicenza
C.I. SERIE C 1982-1983 Sedicesimi 2 0 1 1 1 2 Legnano (0-0 1-2)
C.I. SERIE C 1985-1986 Sedicesimi 2 0 1 1 1 2 Treviso (0-1 1-1)
C.I. SERIE C 1986-1987 Semifinali 14 9 2 3 17 7 Livorno (0-0 0-3)
C.I. SERIE C 1998-1999 Sedicesimi 2 0 0 2 2 4 Cittadella (1-2 1-2)
C.I. SERIE C 1999-2000 Quarti 10 6 1 3 20 15 Lumezzane (0-2 2-2)
C.I. SERIE C 2000-2001 G.E.: 4° gir.D 4 1 2 1 4 7 1°Mestre,2°Spal,3° Triestina
C.I. SERIE C 2001-2002 G.E.: 4° gir.D 4 1 1 2 2 5 1°Triestina,2°Thiene,3°SudTirol
C.I. SERIE C 2002-2003 Semifinali 12 9 0 3 25 16 Pro Patria (1-0 0-4 dcr)
C.I. SERIE C 2003-2004 G.E.: 4° gir.D 4 1 0 3 3 6 1°Cittadella,2°Belluno,3°SudTirol
C.I. SERIE C 2004-2005 Sedicesimi 6 2 3 1 6 6 Como (1-1 0-2)
C.I. SERIE C 2005-2006 Sedicesimi 4 3 0 1 8 6 SudTirol (1-4 3-1)
C.I. SERIE C 2006-2007 G.E.: 2° gir.C 4 2 2 0 8 3 1°Bassano Virtus
C.I. SERIE C 2007-2008 Sedicesimi 6 2 2 2 8 7 Reggiana (2-3 0-2)
C.I. LEGA PRO 2008-2009 3°Turno-gir.2 4 2 1 1 7 6 1°Cremonese
C.I. LEGA PRO 2015-2016 G.E.: 3° gir.C 2 0 1 1 1 2 1°Mantova,2°Pordenone
C.I. LEGA PRO 2016-2017 Semifinali 5 3 1 1 6 5 Venezia (1-1 1-3)
C.I. SERIE C 2017-2018 Quarti 3 2 0 1 9 2 Pontedera (1-2)
C.I. SERIE C 2019-2020 Sedicesimi 1 0 0 1 1 4 LR Vicenza Virtus (1-4)
C.I. SERIE C 2021-2022 ? 5 4 1 0 6 2 ?
TOTALI 158 74 41 43 206 159
MEDIE E % 47% 26% 27% 1,30 1,01

fonte: Almanacco Illustrato del Calcio Panini

Legenda: in neretto i record positivi G.E.: gironi eliminatori G: giocate V: vinte N: pareggiate P: perse GF: goal fatti GS: goal subiti

BILANCIO DEGLI ESITI NELLE 28 PARTECIPAZIONI:
– 11 GIRONI ELIMINATORI
– 1 TERZO TURNO
– 8 SEDICESIMI DI FINALE
– 1 OTTAVO
– 3 QUARTI
– 3 SEMIFINALI
– 1 VITTORIA