Mister Pavanel nella vigilia di Padova-Pro Patria: “Domani è importante perché poi avremo tre trasferte consecutive. Stiamo bene dal punto di vista sportivo, le ultime due gare mi hanno soddisfatto. Devo tanto a Sean Sogliano e al suo gruppo di lavoro, mi hanno voluto a Verona, Arezzo e poi qui. L’unico modo che conosco per ringraziarli è quello di raggiungere l’obiettivo che vogliamo tutti fortemente. Il nuovo direttore? Ha grande voglia e sapete anche le esperienze che ha fatto, dobbiamo essere aperti per lavorare allo stesso obiettivo. Abbiamo tutti una grande voglia di vincere. Dobbiamo fare una grande partita nel giorno del compleanno della società. In casa abbiamo sbloccato spesso la gara e abbiamo avuto sempre un buon rendimento. È fuori casa che siamo mancati, voglio che la squadra sia più dinamica e continua. Quando giochiamo assieme andiamo in transizione e ci aiutiamo l’un l’altro difficilmente ci fermano. Ceravolo ha fatto una buona rifinitura ma è difficile che possa partire titolare avendo pochi allenamenti sulle gambe, Nicastro l’abbiamo recuperato e Santini sarà squalificato. Posso pensare a soluzioni particolari avendo la possibilità dì avere Ceravolo a partita in corso. Non avremo Cissé. Ha qualche linea di febbre Gasbarro e non ci sarà Monaco squalificato. Busellato ha un’infiammazione. L’impatto del nuovo direttore è stato buono, noi dobbiamo andare in campo con la massima determinazione possibile e aiutarlo a fare il suo lavoro. Questo è lo sport più bello del mondo, si vive sulle emozioni e dobbiamo riuscire a regalarne ai nostri tifosi”