Estratto Fonte: IL MATTINO DI PADOVA


Nel frattempo, con il mercato  ancora in  stand by, vista la mancanza di un allenatore, il d.g. si  sta sdoppiando, cercando di  agevolare il passaggio di mano alla guida del settore giovanile  tra Molon e Simonini. L’addio di Molon è già stato ratificato, mentre l’ex centravanti ai tempi dell’Appiani prenderà possesso della sua scrivania in viale Rocco soltanto da luglio, nonostante si stia già muovendo dietro le quinte. Ecco perché in questo momento Zamuner sta portando avanti il lavoro, mettendo sotto contratto i giocatori in età per firmare il vincolo e bloccando altre pedine. Proprio al direttore generale, in questi giorni, si è rivolto qualche genitore, preoccupato dalle voci di un possibile ridimensionamento del vivaio: «Ho detto a tutti di stare tranquilli, perché non ci sarà nessun ridimensionamento», spiega Zamuner. «Il nostro obiettivo è quello di mantenere il settore giovanile ad alti livelli come nelle ultime stagioni, provando soltanto ad ottimizzare alcuni costi. Allo stesso tempo puntiamo ad aumentare la qualità, provando a favorire nelle prossime annate l’approdo di qualche giocatore in prima squadra». A tal proposito, dal prossimo ritiro che scatterà il 16 luglio, Cisco dovrebbe aggregarsi stabilmente alla prima squadra, mentre su Scevola verrà presa una decisione definitiva con il nuovo allenatore. Dovrebbero partire per il ritiro anche i rientranti Marcandella e Turea, sebbene entrambi sembrino destinati a un nuovo prestito in Serie D.