CALCIO PADOVA

CALCIO PADOVA

Prima Squadra

Carlo Sabatini: “I giovani in prima squadra sono l’espressione di anni di lavoro. Caneo ha tanto coraggio”

Estratto fonte: Dimitri Canello per Corriere del Veneto

Carlo Sabatini, Responsabile del Settore Giovanile del Calcio Padova è stato intervistato da il “Corriere del Veneto”: «Abbiamo tre giocatori come Ilie, Vasic e Ghirardello che sono in pianta stabile in prima squadra: sono l’espressione di anni di lavoro, stanno facendo passi da gigante partita dopo partita e rappresentano un valore per tutta la società. (…) Sarei ingeneroso se non attribuissi parte del merito a chi mi ha preceduto (Fulvio Simonini, ndr) perchè il percorso di determinati giocatori è stato entusiasmante. Adesso abbiamo un allenatore come Bruno Caneo che ha molto coraggio nel lanciare i nostri giovani: Ghirardello, per esempio, ha debuttato dal primo minuto ad Alessandria con la Juventus Next Gen e speriamo che nel processo di maturazione altri possano arrivare alla prima squadra. (…) Il 5-0 di Crema? Quando si immettono tanti giovani in squadra, purtroppo bisogna mettere anche in preventivo che ci possano essere situazioni di questo tipo. A nessuno piace perdere, tantomeno con un simile scarto. Io sono convinto, però, che questa sconfitta possa essere di grande insegnamento e so che i ragazzi si sono già rimboccati le maniche per tornare a vincere con la Virtus Verona. (…) Il mio rapporto con Caneo? È una persona e un allenatore preparato, che ha tanto coraggio nel suo modo di proporre calcio. Sinora la squadra ha giocato molto bene, ha proposto tante innovazioni rispetto agli anni scorsi. In estate parlammo proprio di Ghiraradello, un ragazzo di 16 anni che ha già debuttato dall’inizio in prima squadra. Bruno ci crede e, non appena ci sarà la possibilità, lo getterà di nuovo nella mischia. (…) Jacopo Bacci? Nessun passo indietro, si tratta di un normale processo di crescita e di maturazione. Sta giocando in Primavera 2 con continuità e questo è quello che in questo momento gli serve. E’ un ragazzo su cui tutti noi crediamo ciecamente e ci crede anche lo staff tecnico della prima squadra. (..:) Il senso di appartenenza a questi colori può fare la differenza? Ricordo che c’è anche un certo Igor Radrezza. Quando allenavo la prima squadra del Padova lui era poco più di un bambino, ma già allora se ne parlava come uno dei migliori talenti del settore giovanile. E’ tornato a Padova fortemente motivato, sono convinto che lascerà presto il segno perchè ha tutte le capacità per emergere. (…) Il Verona ha fatto un errore a cedere Calabrese a titolo definitivo? Credo proprio di si e ne sono fortemente convinti anche tutti i componenti del nostro staff di osservatori. Lo abbiamo seguito per diverso tempo e lo abbiamo preso. Lui e Cretella hanno margini impressionanti. (…) La sfida contro la Virtus Verona? Sono convinto che ci sarà una forte reazione della squadra, che dimostrerà che quello di Crema è stato soltanto un incidente di percorso».

POTREBBE INTERESSARTI